Cenere sul balcone

E’ da ieri pomeriggio che brucia il Monte Moro. E poi il monte Fasce e le colline verso ponente.
Da casa vedo due Canadair e un elicottero dei vigili del fuoco che durante il giorno vanno avanti e indietro cercando di domare le fiamme che aizzate dal vento divampano senza confini. La notte resta solo il fuoco.
Il mio appartamento, per fortuna, non è vicinissimo ma ho il balcone pieno di cenere e le camere che sanno di fumo e fuligine.
Ricordo ancora due incendi di pochi anni fa sulle colline di Pegli e poi sulle alture di Cogoleto. Forse non sarà paragonabile ai due incendi degli anni passati, ma anche ora mi sorge spontaneo un “bastardi!!..” da urlare alla luna.
.. ho scattato qualche foto tremolante.

 

Monte Fasce

 

Quarto alta

 

canadair ed elicottero

 

l'alba

 

3 comments

  1. già lo sai, il fuoco mi terrorizza.
    il vento mi toglie il sonno.
    ho ancora negli occhi l’incendio che ricordi anche tu, le pigne incendiate che volavano, gli alberi avvolti, il crepitare, prendere su e andare via…

    bastardi sì. grandissimi bastardi.

  2. “belle” foto, per quanto possono essere belle le testimonianze di questi scempi.
    quando è cominciato l’incendio ero sul sentiero per la scoffera. ho visto svilupparsi una colonna di fumo impressionante in pochi minuti. ma da là non capivo che fosse così vicina alla città.

  3. Tu sai già come la penso… Gente che da fuoco alla natura meriterebbe di essere legata agli alberi che loro stessi hanno incendiato!!! Mentre questi bruciano, ovviamente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *