Vodafone, mi avrebbe avvisato?

Ieri pomeriggio, poco dopo le ore 17, ricevo un SMS da Vodafone Info Traffico che mi comunica che il traffico effettuato col mio telefonino e non ancora fatturato nel mese di ottobre ammonta a 60,47 euro IVA esclusa.
Un messaggio simile l’avevo ricevuto qualche giorno prima ma la cifra si attestava sui 30 euro.

Io ho un iPhone e un contratto Mobile Internet che mi consente, pagando 10 euro al mese, un traffico dati fino a 2 GB. Insospettito, vado sul sito Vodafone e controllo il dettaglio del mio traffico. Mi accorgo che quasi ogni giorno mi vengono addebitati 2,250 euro per Traffico Dadi Internet Mobile.

Chiamo immediatamente il 190 per verificare che non mi abbiano disattivato l’opzione -è già successo due volte questa estate- ma la cortese Giovanna mi tranquillizza dicendomi che l’opzione è ancora attiva ma che non è in grado di visualizzare il mio estratto conto e mi consiglia di chiamare il 42330 per parlare con un operatore.
Chiamo il numero fatato e l’operatore mi confessa di non poter visualizzare il mio stato in quanto non ancora fatturato; mi consiglia di chiamare il 190 (!)
Richiamo il 190 e a questo punto la gentilissima Paola mi rassicura ancora una volta dicendomi che la promozione è attiva ma, per un loro problema tecnico, il primo quarto d’ora di comunicazione giornaliera, è stato erroneamente riconosciuto come traffico fuori soglia.

Stia tranquillo, mi dice Paola, le verranno stornati i dati erroneamente addebitati. :-)

Negli ultimi dieci anni ho auto a che fare diverse volte con il servizio clienti di Vodafone Italia e devo dire che la cortesia e la preparazione degli operatori è davvero ineccepibile.

Devo però confessare una domanda che mi sorge spontanea:
Se non avessi chiamato il 190, Vodafone si sarebbe accorta dell’errore?
Mi avrebbe avvisato e rimborsato?

meditate, gente, meditate …

Cenere sul balcone

E’ da ieri pomeriggio che brucia il Monte Moro. E poi il monte Fasce e le colline verso ponente.
Da casa vedo due Canadair e un elicottero dei vigili del fuoco che durante il giorno vanno avanti e indietro cercando di domare le fiamme che aizzate dal vento divampano senza confini. La notte resta solo il fuoco.
Il mio appartamento, per fortuna, non è vicinissimo ma ho il balcone pieno di cenere e le camere che sanno di fumo e fuligine.
Ricordo ancora due incendi di pochi anni fa sulle colline di Pegli e poi sulle alture di Cogoleto. Forse non sarà paragonabile ai due incendi degli anni passati, ma anche ora mi sorge spontaneo un “bastardi!!..” da urlare alla luna.
.. ho scattato qualche foto tremolante.

 

Monte Fasce

 

Quarto alta

 

canadair ed elicottero

 

l'alba